Prima pagina

  1. descrizioneI primi decreti attuativi della delega sul lavoro entrata in vigore ieri, dovrebbero arrivare, secondo quanto annunciato dal premier, Matteo Renzi, nel Consiglio dei ministri di mercoledi' 24. Il ministro Poletti convoca i sindacati per venerdì 19 dicembre. Sangalli: "Jobs Act ok, ma sarebbe deleterio se ci fossero ulteriori limiti ai contratti flessibili".

Le ultime News

  1. descrizioneIn seguito al nuovo Avviso Provinciale, approvato dalla Provincia di Torino con D.G.P. N. 856-47391 DEL 16712/2014, Vi anticipiamo che tutti gli apprendisti assunti, con contratto di apprendistato professionalizzante, nell’anno corrente, possono accedere alla formazione finanziata dalla provincia di Torino, solo se iscritti all’offerta formativa pubblica sul portale Sistema Piemonte, entro il 31 gennaio 2015. A partire dal 1° gennaio 2015, l’iscrizione dell’apprendista alla formazione finanziata, deve essere effettuata contestualmente all’assunzione; possono accedere alla formazione finanziata tutte le imprese con sede operativa sul territorio piemontese che hanno assunto apprendisti a partire da gennaio 2015 con contratto di apprendistato professionalizzante. Tutti i dettagli.
  2. descrizioneSul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. U51 del 18/12/2014 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 24 novembre 2014, n. 46-647 recante modifica della DGR n. 41 - 5163 del 28.12.2012 "Approvazione dei criteri per l'assegnazione dei contributi per la promozione delle risorse turistiche piemontesi e per la commercializzazione del prodotto turistico del Piemonte, ai sensi degli artt. 16 e 17 della l.r. 75/96, per il triennio 2012-2014". Con successiva determina dirigenziale 3 Dicembre 2014, n. 577, sono stati approvati gli "Avvisi per la presentazione di domanda di contributo per la promozione delle risorse turistiche piemontesi e per la commercializzazione del prodotto turistico piemontese, per l'anno 2014 e i relativi "modelli di domanda"”. Scadenza per la presentazione delle domane: 15 gennaio 2015.
  3. descrizioneConcretizzare il rilancio dei mercati e le linee strategiche progettate con il Politecnico di Torino, attuare l'innovazione delle aree mercatali, sviluppare la loro promozione in un periodo di grandi trasformazioni del tessuto socio-economico subalpino e nel corso di un anno, come il 2015, in cui il capoluogo subalpino sarà al centro di numerosi e importanti eventi. Questo è il senso di un progetto innovativo come il “Carosello dei Mercati”, approvato recentemente dalla Giunta del Comune di Torino.
  4. descrizioneIl Consiglio comunale di Torino  ha approvato una delibera  che autorizza la sottoscrizione di un accordo di programma, che dovrà consentire di realizzare un polo sociale, connesso agli obbiettivi della Città in fatto di integrazione tra politiche della casa, di rigenerazione urbana ed urbanistiche, un polo universitario, e altre destinazioni compatibili come  residenza, commercio e terziario.
  5. descrizioneInerente il tema delle procedure concorsuali il Ministero fornisce alcune precisazioni in ordine alle modalità di rimborso del TFR
  6. descrizioneIn risposta ad un interpello, il Ministero chiarisce alcuni concetti relativi alla possibilità di derogare la norma prevista dal codice civile sulla continuazione del rapporto di lavoro nei casi di trasferimento d'azienda in crisi. I particolari
  7. descrizioneCon una risposta ad un interpello, il Ministero interviene sul concetto di incremento occupazionale netto, utile ai fini delle agevolazioni all'assunzione previste. Leggi i dettagli
  8. descrizioneIl Ministero del Lavoro rettifica il precedente decreto in merito ai periodi entro i quali è possibile usufruire dell'incentivo all'assunzione previsto per la Garanzia Giovani. Leggi i dettagli
  9. descrizioneDopo le indicazioni del Ministero del lavoro, anche l'Inps interviene sui voucher sostitutivi dei periodi di congedo parentale per maternità e legati a servizi di baby sitting. Leggi i dettagli
  10. descrizioneSono finanziabili: • I progetti di raccolta, telefonica o telematica, di ordini di spesa, di smistamento ed evasione degli ordini medesimi, con consegna delle merci a domicilio a favore dei territori dell’Ente promotore dell’iniziativa. Sono ammissibili tutte le spese relative alla raccolta, allo smistamento e all’evasione degli ordini di spesa, all’immagazzinamento delle merci, nonché le spese connesse all’utilizzo del mezzo di trasporto funzionale all’attività. • I progetti di organizzazione e gestione del servizio di trasporto, di residenti e non, per il raggiungimento delle sedi mercatali che operano nel territorio dell’Ente promotore dell’iniziativa, nei giorni di svolgimento dell’attività mercatale. Sono ammissibili le spese relative all’organizzazione e alla gestione del servizio di trasporto, nei giorni di mercato, comprese le spese connesse all’utilizzo del mezzo di trasporto funzionale all’attività.

Home Page