1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Città metropolitana unita per sostenere il Distretto del Cibo di Chieri e Carmagnola

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo

    Città Metropolitana scommette sul Distretto del Cibo di Chieri e Carmagnola.
     Peperone e Salame di Giora di Carmagnola, Tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino, Asparago di Santena, Ciliegie di Pecetto, Cipolla Piatlina bionda di Andezeno, Freisa di Chieri:queste e molte altre le  eccellenze agroalimentari e vitivinicole dei 22 Comuni che fanno parte della Zona omogenea Chierese-Carmagnolese (una delle 11 in cui è suddiviso il territorio della Città Metropolitana di Torino)  su cui vale la pena puntare.


    Il Consiglio metropolitano ha approvato all’unanimità  una mozione con  cui si sollecita la Regione Piemonte ad emanare il Regolamento che, in attuazione della Legge regionale 1 del 2019, consentirà di istituire il Distretto del Cibo dell’area omogenea Chierese-Carmagnolese, al fine di valorizzare le produzioni agricole e agroalimentari e il paesaggio. I Distretti del Cibo sono intesi dal legislatore regionale come uno strumento per coniugare le attiività economiche con la cultura, la storia, la tradizione e l’offerta turistica locale.