1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Export, il Piemonte vola con cioccolato, vino, caffè e oro: esportazioni aumentate del 7,5%

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo
     I dati, raccolti ed elaborati dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, hanno evidenziato un balzo in avanti considerevole per il distretto Orafo di Valenza (+20,9%) e per i Vini delle Langhe, Roero e Monferrato (+13,4%).
     
    Molto bene anche per quanto riguarda il Riso di Vercelli (+12,8%) e il Tessile di
    Biella (+7%). Hanno fatto registrare una buona crescita anche le esportazioni di Dolci di Alba e Cuneo (+3,1%), del Caffè, confetterie e cioccolato torinesi (+2,4%) e della Rubinetteria e valvolame di Cusio-Valsesia (+1,7%).
     
    Non è andata così bene alle esportazioni di Nocciola e frutta piemontese (-1,5%) e dei Casalinghi di Omegna (-3,5%). I distretto che hanno maggiormente accusato il calo delle esportazioni sono però i Frigoriferi industriali di Casale Monferrato (-13,8%) e le Macchine tessili di Biella (-19,7%).
     
    Per quanto riguarda i mercati verso cui sono rivolte le esportazioni, sono stati molto attivi quelli tradizionali (+11,5%). Tra questi ovviamente troviamo Svizzera, Regno Unito, Francia, Stati Uniti, Germania, Spagna, Polonia, Belgio e Russia. Sui nuovi mercati, come Hong Kong, Turchia, Kazakistan e Algeria, è stato invece registrato un calo del 2,6%.
     
    Numeri incoraggianti, nel complesso, che danno una boccata d’ossigeno e di ottimismo all’economia piemontese.