1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    MUD 2019 (dati 2018)

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo


    Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale – MUD - è la comunicazione che enti e imprese presentano ogni anno, indicando quanti e quali rifiuti hanno prodotto e/o smaltito durante il corso dell'anno precedente.

    La dichiarazione MUD 2019, relativa all’anno 2018, dovrà effettuarsi entro il prossimo 22 giugno e non già come avveniva, ordinariamente, il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento, in virtù di variazioni normative avvenute nell’ultimo periodo.


    I soggetti obbligati alla presentazione del MUD sono i seguenti:

     
    Sono quelli definiti dall'articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006 ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.


    Chi non deve presentare la dichiarazione MUD:
     

    Non devono presentare nessuna dichiarazione:

    • i soggetti che effettuano esclusivamente attività di trasporto dei propri rifiuti (solo per i rifiuti NON pericolosi);
       
    • i consorzi istituiti per il recupero di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione di tali rifiuti per conto dei consorziati;
       
    • le imprese e gli enti che producono rifiuti NON pericolosi e che abbiano un numero di dipendenti uguale o inferiore a 10. Sono quindi esonerati dalla denuncia i produttori di rifiuti non pericolosi con un numero di dipendenti uguale o inferiore a 10 derivanti da:
      - lavorazioni industriali
      - lavorazioni artigianali
      - fanghi derivanti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque
      - fanghi derivanti dalla depurazione delle acque reflue o dall'abbattimento di fumi.

    Sono esonerati in toto dalla presentazione della Dichiarazione MUD, a patto che abbiano prodotto solo rifiuti NON pericolosi:

    • le imprese che esercitano attività di demolizione o costruzione;
       
    • le imprese che esercitano attività di commercio o di servizio.


    Non devono inoltre presentare la Dichiarazione MUD, anche in presenza di rifiuti pericolosi:

    • le imprese agricole di cui all'art. 2135 del Codice Civile;
       
    • i liberi professionisti che non operano in forma d'impresa;
       
    • i soggetti che svolgono le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio, piercing, agopuntura, podologo, callista, manicure, pedicure e che producono rifiuti pericolosi e a rischio infettivo.

    Chi, durante l'anno 2018, non ha prodotto, trasportato, intermediato, recuperato o smaltito rifiuti, non deve presentare la dichiarazione.

     

    Come sempre siamo a disposizione per aiutarvi nella predisposizione ed invio della dichiarazione MUD 2019 al costo di 80 euro + iva. 


    Per ulteriori informazioni Tel. 011 5516336 

    Per prenotare il servizio di assistenza entro il 31 maggio  Tel. 011 5516288 

    Mail: ffiore@ascomtorino.it