1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl giornale online di Ascom Torino e Provincia
    altezza1
    coloreDD1750
    icona260
  3. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300
  3. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Per alberghi e ristoranti sarà un Capodanno da dimenticare

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoA Capodanno gli italiani viaggeranno poco e festeggeranno in casa più che al ristorante. E' quanto emerge da due differenti indagini condotte da Federalberghi e Fipe. Vediamole nel dettaglio.


    Viaggi - Saranno oltre 53 milioni i connazionali che resteranno a casa a Capodanno, secondo un'indagine previsionale sui movimenti turistici degli italiani, realizzata da Federalberghi con il supporto tecnico dell'istituto Acs Marketing Solutions. A viaggiare per turismo, dormendo almeno una notte fuori casa, saranno 5,6 milioni di persone, il 6,2% in meno rispetto allo scorso anno. Tra chi potrà permettersi una vacanza il 69% (rispetto al 76% del 2013) resterà in Italia, mentre il 31% (rispetto al 24% del 2013) andrà all'estero. Gli italiani in vacanza dormiranno in media 3,7 notti fuori casa rispetto alle 3,5 notti del 2013, per una spesa media pro-capite (comprensiva di trasporto, alloggio, cibo, divertimenti) di 660 euro rispetto ai 569 euro del 2013 (in Italia 436 euro e all'estero 1.075 euro), pari ad un giro d'affari di 3,7 miliardi di euro rispetto ai 3,4 miliardi di euro del 2013 (+8,8%).


    Ristoranti – Ne saranno aperti  74mila,  pronti ad accogliere 4,7 milioni di clienti (-1,3% sul 2013). Il fatturato complessivo, stimato a 353 milioni di euro, farà registrare un calo del 3,8% rispetto all'anno precedente per effetto della riduzione dei prezzi . Le prenotazioni registrano lo stesso andamento del Capodanno 2013 con un 23% di coperti già prenotati, anche se preoccupa il 37,7% di ristoratori che hanno registrato un peggioramento. Sul livello di riempimento dei locali, i ristoratori si aspettano di raggiungere un 76% della capienza, poco al di sotto della soglia dello scorso anno (78%). Per quanto riguarda l'offerta, infine, il 70% dei ristoranti prevede solo il cenone (70 euro il prezzo medio), fatto che conferma la moda della mezzanotte in piazza o in altri luoghi. C'è però un 30% che contempla nell'offerta anche il veglione (77 euro). Anche per quanto riguarda il brindisi, resta alta la tradizione dello spumante italiano che si troverà in esclusiva nel 65% dei casi e in alternativa allo champagne nel 27% dei locali, mentre il restante 9,6% offrirà solo champagne.