1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Smog: nell'area torinese blocchi traffico scattano il 15/10, la preoccupazione delle imprese: evitare che i blocchi si trasformino in danni per le imprese e per i consumatori

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoSono previsti per  lunedì 15 ottobre a Torino e nei comuni della provincia i blocchi del traffico diesel in relazione ai provvedimenti antismog che stabiliscono limiti alle auto più inquinanti e blocchi progressivamente più severi, secondo i giorni consecutivi di concentrazione delle Pm10.

    I provvedimenti antismog riguardano 33 Comuni dell'agglomerato metropolitano di Torino e prevedono il blocco permanente, tutto l'anno, degli Euro 0 e dei veicoli Euro 1 e 2 diesel dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, oltre che degli Euro 3 diesel dal 15 ottobre al 31 marzo 2019, sempre dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.

    Fra le deroghe, quelle per i veicoli Euro 1, 2 e 3 degli ambulanti che compiono tragitti brevi nelle finestre orarie 8-8,30 e 14-17 e per il car pooling, ma solo quanto scatteranno eventualmente i blocchi emergenziali.
    Provvedimenti e deroghe che non soddisfano le imprese e che accolgono solo in minima parte le richieste presentate sia alla Regione che all'ANCI nelle scorse settimane per limitare gli effetti negativi delle misure.

    "Abbiamo definito, ha spiegato il vicesindaco metropolitano Marco Marocco, la data in cui gli Enti locali sono in grado di partire con la regolamentazione, un traguardo importante perché siamo riusciti a perseguire l'obiettivo del miglioramento della qualità dell'aria senza penalizzare eccessivamente i cittadini e le categorie produttive".

    Ascom Confcommercio Torino e provincia aderente a Rete Imprese Italia Piemonte sottolinea invece la necessità di un confronto permanente tra tutti i soggetti istituzionali sui temi ambientali, evitando di scaricare sugli ultimi anelli della catena – cittadini ed imprese – adempimenti particolarmente complessi e costosi

    E' indispensabile definire una strategia generale della mobilità sostenibile, condivisa con le altre Regioni del Bacino Padano e con il Governo nazionale, i cui elementi siano fin da subito identificabili con trasparenza e certezza: obiettivi generali e specifici, strategie e misure attuative, risorse finanziarie e tempistiche di realizzazione.

    Occorre inoltre predisporre un vero e proprio piano di comunicazione rivolto ai cittadini, destinato a garantire sia la conoscenza in via preventiva delle misure adottate sia il consolidamento di una coscienza energetica ed ambientale responsabile. Tutto questo, nella convinzione che le misure ambientali non devono in alcun modo colpire l’operatività delle aziende, compromettendone il lavoro, col rischio di incidere sui livelli occupazionali e sui servizi di cui cittadini ed utenti hanno bisogno nella loro quotidianità

    Le considerazioni sono avvalorate dalla consapevolezza che, proprio in questi mesi, sono in corso a livello nazionale e regionale i lavori per definire ulteriori provvedimenti in materia di qualità dell’aria, potenzialmente anche molto più impattanti sulla mobilità e l’accessibilità nei centri delle città rispetto ai divieti di cui si sta discutendo. Infine, per pianificare la loro attività, le imprese  hanno necessità di conoscere con largo anticipo rispetto all’entrata in vigore dei divieti di circolazione i contenuti del bando regionale che prevede incentivi per la sostituzione dei veicoli più inquinanti per passare a quelli a basso impatto ambientale. 

    Su questo filone continua l'impegno dell'Associazione nel confronto 
     con i Comuni per lavorare ulteriormente sulle deroghe.

    Qui la tabella del blocchi permanenti ed eventuali.


     Leggi articoli 

    Richieste Ascom Confcommercio Torino - ANCI

    La Stampa 

    Il Corriere della Sera 


    Torino CronacaQui