1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom !
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testo
    altezza1
    colore3375A9
    icona20
  3. testoIl mensile dell'Ascom
    altezza1
    coloreE83F76
    icona260
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona210
  2. testoScopri le novità 2017
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona390

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Torino: la galleria commerciale del Lingotto si amplia di 8.000 mq.

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoProsegue l'iter amministrativo per l'ampliamento della Galleria commerciale del Lingotto con il provvedimento assunto a maggioranza dal Consiglio Comunale di Torino sul riordino delle proprietà comunali nel complesso di via Nizza 294.


    Non sono mancate le polemiche tra la maggioranza attestata sul: "diamo seguito ad un iter avviato dalla precedente Amministrazione" e "con questa operazione la Città dovrebbe introitare circa 1,5 milioni tra opere ed oneri urbanistici" e la minoranza: "in nome di incassare risorse penalizzate la vocazione turistica del Lingotto e favorite l'ennesimo sviluppo commerciale a discapito del commercio tradizionale!"


    Per tutti i dettagli


    Sullo sviluppo commerciale del Lingotto e dell'area limitrofa esprime viva preoccupazione anche la Presidente Coppa: "Le operazioni di sviluppo commerciale in quella zona che stanno procedendo con pratiche singole anche sul versante della Conferenza dei servizi ex l.r. 28/1998 e s.m.i.  in regione evidenziano come, tenendo conto altresì dei nuovi insediamenti adiacenti ad Eataly, si sorgendo un grande mega parco commerciale e dell'intrattenimento in grado di attrarre e spostare rilevanti flussi di clientela da tutta la Città. Se uniamo questa operazione a quanto sta avvenendo nella zona nord al confine tra Torino e Settimo, al di là del proliferare di supermercati a ridosso del centro, risulta evidente come il commercio torinese sia del centro storico che delle periferie, rischi di essere devastato!".


    "Proprio per questo motivo prossimamente come Ascom - prosegue la Presidente Coppa - chiameremo le varie forze politiche ad interrogarsi su quale futuro di Città intendono portare avanti! E' di tutta evidenza che le scelte di sviluppo non possono essere ispirate solo da esigenze di bilancio e di incasso di oneri di urbanizzazione così come dal solo mercato, che spesso risulta condizionato da logiche speculative; se vogliamo una città viva e vivibile è fondamentale che si sappia contemperare le logiche della concorrenza con quelle della salvaguardia dell'ambiente, vi compreso quello urbano, tra cui rientrano anche le sue attività commerciali e di servizi ivi localizzate!"