1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl giornale online di Ascom Torino e Provincia
    altezza1
    coloreDD1750
    icona260
  3. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Vendite al dettaglio ancora al palo

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoLe vendite al dettaglio ad ottobre restano ferme rispetto a settembre, mentre scendono dello 0,8% su base annua, registrando cosi' il sesto calo consecutivo nel confronto tendenziale. Lo rileva l'Istat che anche per l'alimentare segna una variazione 'zero' su settembre e un ribasso dello 0,5% sull'anno.


    Nel confronto con settembre 2014, le vendite restano invariate sia per i prodotti alimentari sia per quelli non alimentari. Rispetto ad ottobre 2013, l'indice grezzo del valore totale delle vendite registra una diminuzione dello 0,8%.


    L'indice del valore delle vendite di prodotti alimentari diminuisce dello 0,5%, quello dei prodotti non alimentari segna un calo dell'1,0%. Con riferimento alla forma distributiva, nel confronto con il mese di ottobre 2013, le vendite segnano una lieve flessione per le imprese della grande distribuzione (-0,1%) e un calo più significativo per quelle operanti su piccole superfici ( 1,5%).


    Nei primi dieci mesi del 2014, l'indice grezzo diminuisce dell'1,3% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione dell'1,1% e quelle di prodotti non alimentari dell'1,2%.


    Per ulteriori informazioni vedi testo integrale del comunicato Istat.


    "E' un dato che, in linea con la completa stagnazione della domanda già anticipata dall'Indicatore dei consumi di Confcommercio (ICC), conferma una situazione meno negativa rispetto a quanto rilevato nel recente passato, pur restando sintomatico di un quadro ancora molto difficile sul versante dei consumi. Alla crisi subentra una pericolosa stagnazione, fenomeno da scongiurare con azioni vigorose sul versante della riduzione generalizzata della pressione fiscale". Questo il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio alle rilevazioni sulle vendite al dettaglio ad ottobre diffuse dall'Istat.


    "In questo contesto vanno, comunque - prosegue l'Ufficio Studi - evidenziati alcuni timidi spunti di recupero registrati da alcuni segmenti di consumo quali i mobili, gli elettrodomestici, l'ICT domestico e le attrezzature per il tempo libero, tendenza che favorisce un modesto miglioramento nei volumi di vendita delle imprese specializzate di maggiori dimensioni".