1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Ztl, presidente Coppa: no al Centro chiuso, sì alla sua valorizzazione

  2. sottotitolo

  3. immagineztl 18 giugno 18
  4. testo

    Lunedì 18 giugno in una partecipata assemblea presso l’Ascom di Torino i dirigenti di categoria e di Via dell’Associazione torinese hanno dato mandato alla presidente Coppa di proseguire la trattativa con l’Assessore Lapietra e l’Amministrazione Comunale di Torino per verificare la sussistenza dei margini di un aperto confronto sul progetto della cosiddetta nuova ZTL.

    Un progetto che fin dalla prima presentazione ha generato non poche preoccupazioni fra gli operatori e i residenti e forti polemiche in città e su cui più volte nell’ultimo anno Ascom ha chiamato a raccolta i suoi associati sia per riflessioni interne che per un confronto diretto con l’Amministrazione.

     

    Scopo dell’incontro era verificare se, a seguito delle numerose notizie che si sono alternate sul tema della ZTL, ci fossero ancora le condizioni per continuare un rapporto dialettico con l’Amministrazione o se si dovesse ripiegare su una netta chiusura. 

     

    Consapevole dei forti timori dei commercianti in merito a questo delicato tema, nel corso dell’Assemblea, presente l’Assessore ai Trasporti e alla Viabilità Maria Lapietra, Ascom Confcommercio Torino e provincia ha ribadito la sua indisponibilità ad accettare alcun progetto volto ad introdurre misure che incidano negativamente sull’accessibilità urbana o che mettano a rischio il delicato equilibrio economico del Centro sottolineando invece la sua disponibilità ad intraprendere un percorso condiviso, partecipato ed integrato che, anche attraverso idonei interventi di riqualificazione e potenziamento della rete di mobilità urbana pubblica, possa valorizzare il Centro di Torino, un centro che deve restare aperto a tutti i torinesi  e accogliente per i turisti che con la loro presenza contribuiscono all’economia di tutta la Città.

     

    “Ogni interventoha sottolineato la presidente dell’Ascom di Torino Maria Luisa Coppadeve essere definito all’interno di un progetto di sviluppo complessivo della Città e del suo Centro Storico, evitando maggiori costi per i nostri esercizi commerciali e per le famiglie. Il rischio che vogliamo evitare è che si contribuisca ulteriormente al processo di desertificazione commerciale già in atto nella zona centrale da alcuni anni”.

     

    La garanzia di abbandonare l’introduzione di oneri di pagamento per l’accesso in città e del messaggio mediatico secondo cui “in Centro si entra solo a pagamento”, per le evidenti ed insostenibili ripercussioni, non può che costituire dunque una premessa irrinunciabile per mantenere la disponibilità di Ascom e delle sulle sue Categorie ad una revisione delle attuali regole applicate alla viabilità torinese.

     

    Non sono mancati nel corso dell’acceso dibattito osservazioni e spunti talvolta critici ma anche propositivi da parte dei nostri rappresentanti, sia delle Vie interessate dall’attuale ztl che delle categorie direttamente coinvolte, tesi a contribuire attivamente alla definizione di un percorso condiviso sulla mobilità e accessibilità del centro cittadino.

     

    L’Assessore Lapietra, prendendo atto della condivisibilità delle nostre richieste, si è resa disponibile a proseguire nel confronto con la nostra associazione e con quanti vorranno impegnarsi in un progetto costruttivo di rilancio del Centro.

     

    Considerata tale disponibilità, l’Assemblea ha richiesto all’Assessore Lapietra un impegno concreto per salvaguardare i seguenti punti: nuova perimetrazione della zona, superamento dell’attuale ZTL, centro sempre accessibile e senza oneri di accesso per quanti fruiscano dei parcheggi della zona, opportunità di monitorare gli effetti anche sul versante delle ricadute commerciali del progetto, la disponibilità dell’Amministrazione ad investimenti di risorse per iniziative di riqualificazione e valorizzazione del Centro.

     

    “Questi sono i nostri punti irrinunciabili sui quali intendiamo proseguire la trattativa con l’Amministrazione comunale - conclude la presidente Coppa, per questo è fondamentale che si definiscano, in un adeguato confronto, gli aspetti operativi relativi a questi temi, da cui nei fatti dipenderà la buona riuscita del progetto. Il nostro impegno sarà quello di verificare che il dialogo con l’amministrazione tenga fede al percorso tracciato ieri con i nostri associati”.