1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Olimpiadi: Ascom Torino firma la lettera per la candidatura di Torino 2026

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoLe principali associazioni e organizzazioni locali di categoria hanno inviato una lettera congiunta al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al presidente del Coni, Giovanni Malagò, a sostegno della candidatura della nostra Città alle Olimpiadi invernali 2026.

    "Le Olimpiadi Invernali 2026 - affermano - costituiscono una grande occasione sia in termini economici sia di visibilità per l'area torinese: un territorio ricco di opportunità, ma che necessita di un forte impulso per un definitivo rilancio, dopo gli anni di pesante crisi. Tutte le principali forze economiche del territorio, rappresentate dalle maggiori associazioni di categoria, sostengono con determinazione la candidatura della Città di Torino a sede delle Olimpiadi Invernali 2026".

    Il dossier torinese - si legge nella lettera - offre la proposta più aderente alle indicazioni del Cio: un'Olimpiade green e all'insegna di una comprovata esperienza, in grado di valorizzare l'esistente, con significativi risparmi e un ridotto impatto ambientale. Torino, in tal senso, può vantare la prossimità e gli ottimi collegamenti con i siti Olimpici e gli impianti già realizzati e solo da ripristinare, nonché la straordinaria rete di appassionati volontari, pronta a ripetere il successo del 2006 vissuto come momento di svolta in grado di unire un intero territorio".

    Le forze economiche torinesi chiedono al Governo e al Coni "una decisione responsabile che sappia tener conto degli aspetti logistici e sportivi, ma che dia anche un impulso mirato laddove maggiore è la necessità".