1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300
  3. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Fiscale e Tributaria

Area dedicata alla raccolta normativa su tematiche inerenti il fisco.
  1. data_inizio18/10/19
    descrizione

    La fattura elettronica emessa verso una persona fisica richiede l’individuazione precisa del soggetto nei cui confronti viene emesso il file. La persona fisica sta effettuando un acquisto come “consumatore privato”, ditta individuale o lavoratore autonomo?

    La scelta effettuata si riflette sulla compilazione dell’anagrafica da riportare in fattura elettronica e sulla conseguente gestione del file da parte del Sistema di interscambio.

  2. data_inizio18/10/19
    descrizione

    Con messaggio n. 3750 del 17 ottobre 2019, l’INPS ha reso noto che sono in corso le elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza ad agosto 2019 per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni degli Artigiani e Commercianti. Tramite le procedure telematiche presenti all’interno del Cassetto previdenziale, sarà possibile comunicare l’eventuale avvenuto pagamento e scaricare l’avviso predisposto dall’Istituto. Il mancato pagamento comporta invece la successiva emissione dell’Avviso di addebito.

  3. data_inizio15/10/19
    descrizioneIl nuovo adempimento sostituisce l’obbligo di annotazione dei corrispettivi nell’apposito registro e quello di rilascio della ricevuta o dello scontrino fiscale.
  4. data_inizio11/10/19
    descrizione

    Anche gli importi dei tickets restaurant sono compresi nell'importo complessivo dei corrispettivi trasmessi telematicamente all’Agenzia delle Entrate, nonostante gli stessi debbano poi essere fatturati alla società emittente. Lo ha precisato l’Agenzia con la risposta a interpello n. 384 del 2019, illustrando le modalità per registrare e trasmettere correttamente gli incassi senza che si verifichino duplicazioni dei valori.

  5. data_inizio04/10/19
    descrizione

    Le sanzioni sulla ritardata fatturazione riprendono il loro corso naturale a partire dal 1° ottobre 2019. Termina definitivamente il periodo di moratoria introdotto per agevolare i primi mesi di decorrenza del nuovo obbligo, grazie al quale - sino al 30 giugno - è stato possibile vedersi disapplicare le sanzioni in caso di emissione della fattura elettronica oltre i termini di legge, ma comunque entro il termine per la liquidazione periodica di periodo. Nel caso in cui, invece, la fattura è stata emessa entro il termine del mese o trimestre successivo, la sanzione è stata ridotta dell’80%, moratoria questa che, per i soggetti mensili, è stata estesa sino al 30 settembre.

  6. data_inizio04/10/19
    descrizione

    Per i consumi di gasolio per uso autotrazione utilizzato nel settore del trasporto effettuati tra il 1° luglio e il 30 settembre dell’anno in corso, la dichiarazione necessaria alla fruizione dei benefici fiscali previsti dovrà essere presentata dal 1° al 31 ottobre 2019. Lo ha ricordato l’Agenzia delle Dogane, che ha messo a disposizione degli operatori il software per la compilazione e la stampa delle dichiarazioni.

  7. data_inizio27/09/19
    descrizione

    In tema di fatturazione elettronica, per le prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione, effettuate nello stesso mese solare nei confronti dello stesso soggetto, vi è la possibilità di emettere un’unica fattura “differita”, recante il dettaglio delle operazioni, entro il giorno 15 del mese successivo a quello della loro effettuazione. Lo ha ricordato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 389 del 2019. In questo caso è possibile indicare una sola data, ossia quella dell’ultima operazione.

  8. data_inizio27/09/19
    descrizione

    Torna l’appuntamento con il bonus pubblicità: le domande per prenotare il credito d’imposta per l’anno 2019 devono essere presentate dal 1° al 31 ottobre 2019. Il beneficio è riconosciuto per gli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulle emittenti radiofoniche e televisive locali, analogiche o digitali, iscritte presso il registro degli operatori di comunicazione, ovvero su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, in edizione cartacea o digitale, iscritti presso il competente Tribunale, ovvero presso il menzionato registro degli operatori di comunicazione, e dotati in ogni caso della figura del direttore responsabile. Imprese, professionisti ed enti non commerciali potranno beneficiare del credito d’imposta anche per gli investimenti pubblicitari effettuati sui siti web delle agenzie di stampa. Quali sono, invece, gli investimenti esclusi?

  9. data_inizio13/09/19
    descrizione

    Nello svolgimento delle attività di prevenzione e contrasto dell’evasione fiscale, come delineate dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 19/E del 2019, un ruolo determinante lo giocheranno i dati provenienti dalla fatturazione elettronica e dalle comunicazioni dei dati in fattura. L’analisi e l’incrocio di queste informazioni - unitamente a quanto contenuto nelle banche dati fiscali - consentirà all’Amministrazione finanziaria di ricostruire la catena dei rapporti commerciali tra gli operatori, permettendo così di intercettare con tempestività eventuali frodi, soprattutto nel campo delle indebite compensazioni di crediti d’imposta e nell’uso di fatture per operazioni inesistenti.

  10. data_inizio13/09/19
    descrizione

    Con la circolare n. 20/E del 2019, che raccoglie le indicazioni fornite alle associazioni di categoria e agli ordini professionali in occasione di incontri e convegni organizzati nei mesi di giugno e luglio, l’Agenzia delle Entrate ha reso nuovi chiarimenti in merito all’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale - ISA per il periodo di imposta 2018. Si va dalle cause di esclusione alle specifiche strategie di controllo basate su analisi del rischio di evasione fiscale, al funzionamento del software, alla modifica dei dati precalcolati, alla valutazione del regime premiale. Quali sono gli altri chiarimenti?

Pagina 1 di 140 - Record da 1 a 10 di 1400 totali>|>>|