1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreFEBD42
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Fiscale e Tributaria

Area dedicata alla raccolta normativa su tematiche inerenti il fisco.
  1. data_inizio10/10/18
    descrizione

    Trasmissione dei corrispettivi obbligatoria per tutti i contribuenti: è questa la novità che si profila all’orizzonte secondo quanto si legge nella bozza del decreto fiscale di accompagnamento alla Manovra di bilancio 2019. La partenza, però, sarà graduale: dal 1° luglio 2019, l’obbligo scatterà solo per i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro; per tutti gli altri contribuenti, si partirà il 1° gennaio 2020. A completare il quadro, si rilancia l’idea della “lotteria degli scontrini”, già proposta qualche anno fa, ma rimasta, sino ad ora, inattuata.

  2. data_inizio09/10/18
    descrizioneE' online il numero di Ottobre della pubblicazione periodica curata dal Settore Fiscale dell'Ascom Confcommercio di Torino e provincia. In questo numero: Dal 29.10.2018 L’Agenzia delle entrate può sospendere i Mod.F24 con compensazioni “a rischio” - Criteri selettivi per la sospensione del mod. F24 - Procedura di sospensione
  3. data_inizio05/10/18
    descrizionel'Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in tema di redditi di lavoro dipendente, soffermando la propria attenzione sulla documentazione necessaria a dimostrare il sostenimento diretto della spesa, da parte del datore di lavoro, in occasione di trasferte dei propri dipendenti Leggi i dettagli
  4. data_inizio28/09/18
    descrizione

    Nei giorni scorsi il Dipartimento per l’Editoria ha pubblicato una serie di FAQ volte a fornire chiarimenti sulle modalità applicative del cosiddetto bonus pubblicità, introdotto dall’articolo 57-bis D.L. 50/2017 e regolato dal D.P.C.M. n. 90/2018.

    La finestra per l’invio del modello per le spese relative al 2017 e al 2018 si è aperta lo scorso 22 settembre e si chiuderà il prossimo 22 ottobre. In particolare, per l’invio della “comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” relativa al 2018 e della “dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” per il 2017 è disponibile una apposita funzionalità nell’area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, accessibile con le credenziali Entratel e Fisconline, SPID o CNS. La procedura è accessibile nella sezione dell’area autenticata: “Servizi per” alla voce “comunicare”.

  5. data_inizio28/09/18
    descrizione

    Si rinnova Fatture e Corrispettivi, il servizio on line dell’Agenzia delle Entrate dedicato, tra l’altro, alla fattura elettronica. La presentazione è avvenuta il 27 settembre 2018, in occasione di un incontro cui hanno partecipato i rappresentanti dell’Agenzia e i Consulenti del Lavoro. L’intervento si è reso necessario per rendere il portale ancora più semplice e completo in vista dell’avvicinarsi della scadenza del 1° gennaio 2019. Tra le altre cose, l’Agenzia delle Entrate ha predisposto un’area tematica sul proprio sito interamente dedicata alla fattura elettronica che - anche grazie ad una guida in pdf - illustra tutta la procedura da seguire. Inoltre, sul canale Youtube dell’Agenzia sono stati caricati due video-tutorial.

  6. data_inizio27/09/18
    descrizione

    Per ogni fattura elettronica o lotto di fatture elettroniche correttamente ricevuto, il Sistema di Interscambio effettua successivi controlli del file. In caso di mancato superamento di tali controlli, al soggetto che ha effettuato la trasmissione viene recapitata - entro il termine di 5 giorni dalla data di trasmissione - una ricevuta di scarto, attraverso il medesimo canale con cui il file è stato inviato al Sistema di Interscambio. Nell’ipotesi in cui la e-fattura venga scartata, quali rimedi possono essere adottati? L’Agenzia delle Entrate offre numerose soluzioni.

  7. data_inizio21/09/18
    descrizione

    Un mese a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per verificare i modelli F24 contenenti compensazioni che presentano profili di rischio. Le deleghe F24 restano bloccate per il periodo di sospensione, per essere scartate, nel caso in cui i controlli dell’Agenzia rilevino un uso scorretto del credito, ovvero per riprendere efficacia se il credito è utilizzato correttamente o una volta spirato il termine di 30 giorni.

  8. data_inizio14/09/18
    descrizione

    Le imprese il cui volume d’affari è costituito per la maggior parte da prestazioni effettuate nei confronti della Pubblica amministrazione, con applicazione dello split payment, vantano crediti IVA strutturali nei confronti dell’Erario e soffrono la contrazione della liquidità dovuta alla trattenuta dell’IVA effettuata dal cessionario/committente. La proposta di legge AC 1074 sulle semplificazioni fiscali dovrebbe risolvere il problema con l’introduzione di un plafond: i contribuenti assoggettati allo split payment potranno così acquistare beni e servizi senza pagamento dell’imposta, entro i limiti dell’ammontare complessivo dei corrispettivi delle operazioni assoggettate al regime, poste in essere dai medesimi soggetti, nel corso dell’anno solare precedente.

  9. data_inizio05/09/18
    descrizione

    Con la circolare n. 15/2018, la Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro analizza le novità fiscale del decreto dignità. Il documento si sofferma, in particolare, sulle disposizioni che spostano al 2019 l’obbligo della fatturazione elettronica per alcuni soggetti, sulla ridefinizione di termini e perimetro dello spesometro, sul redditometro e sull’esclusione dallo split payment dei compensi per prestazioni soggette a ritenute alla fonte. Attenziona anche alle disposizioni relative all’applicazione del bonus per investimenti in attività di ricerca e sviluppo, all’abrogazione della disciplina relativa alle società sportive dilettantistiche con scopo di lucro e alla compensazione degli importi contenuti nelle cartelle esattoriali con crediti di carattere commerciale/professionale vantati nei confronti della PA.

  10. data_inizio03/09/18
    descrizione

    Novità in arrivo per PMI e micro-imprese: la legge di Bilancio 2019 potrebbe prevedere la proroga dell’iper-ammortamento, fissando un tetto per incrementare la quota agevolabile in favore delle imprese di minori dimensioni, e la revisione dei coefficienti, per consentire il completamento dell’ammortamento in tempi più brevi rispetto ad oggi. In tema di bonus per investimenti in ricerca e sviluppo, è possibile un intervento sulle modalità di calcolo della spesa agevolabile: per i soggetti di minori dimensioni, il credito d’imposta potrebbe essere determinato tenendo conto dell’intera spesa sostenuta nel periodo di riferimento e non solo dell’incremento rispetto al valore medio del triennio; il criterio incrementale resterebbe invece in vigore per le imprese di maggiori dimensioni.

Pagina 1 di 133 - Record da 1 a 10 di 1328 totali>|>>|