1. Lente
  1. testoGRC - Giornale Radio Confcommercio
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    colore
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Prima pagina Leggi tutto

Principali
  1. titolo

    Il Piemonte purtroppo da lunedì è nuovamente in zona arancione

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo
    Piemonte in Zona Arancione : LEGGI LA NOSTRA GUIDA AGGIORNATA

    Come anticipato dal Ministro Speranza, dal 1 marzo in Piemonte si applicheranno le misure più restrittive.

    "Ci aspettiamo che il nuovo Governo intervenga subito con misure idonee a supportare le imprese sottoposte all'ennesima sospensione e quelle che a cui non viene data alcuna prospettiva di riapertura"

    Qui il riepilogo delle regole in vigore da lunedì:
    - RISTORAZIONE
    Sospesa l'attività di somministrazione di bar, ristoranti e servizi per la ristorazione
    L’asporto è consentito fino alle ore 18 per ATECO 56.3 (bar senza cucina) e 47.25 ( commercio di bevande), fino alle ore 22 per tutte le altre attività di ristorazione.
    Sempre permessa la consegna a domicilio

    - COMMERCIO E SERVIZI
    Chiusura nel weekend dei centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno)
    Apertura dei negozi al dettaglio di ogni merceologia
    Apertura dei mercati anche extra-alimentari
    Apertura dei parrucchieri e dei centri estetici
    Apertura dei centri sportivi,
    Permane la chiusura di impianti sciistici, piscine e palestre
    Chiusura delle attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie

    - CULTURA
    Chiusura di musei e mostre, teatri e cinema
    Permane la chiusura di sale da ballo e organizzazione eventi

    - SPOSTAMENTI
    Sì agli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione
    Vietati gli spostamenti al di fuori del proprio Comune e dalla Regione, salvo che per lavoro, studio, salute o necessità.
    Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia.
    Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

    - COPRIFUOCO
    Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.