1. Lente
  1. testoGRC - Giornale Radio Confcommercio
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    colore
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Prima pagina Leggi tutto

Principali
  1. titolo

    Dal 1 ottobre pesanti sanzioni per le imprese senza recapito PEC

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo
    • DAL 1° OTTOBRE PESANTI SANZIONI PER LE IMPRESE SENZA RECAPITO PEC COMUNICATO ALLA CAMERA DI COMMERCIO.                 Il Decreto Semplificazioni prevede che il domicilio digitale diventi un prerequisito per l'iscrizione alla Camera di Commercio. Uno dei provvedimenti del Governo è quello di semplificare i rapporti tra Amministrazione, imprese, professionisti e cittadini rafforzando l’utilizzo della posta elettronica certificata e prevedendo sanzioni per la mancata comunicazione dell’indirizzo PEC nei casi previsti dalla legge. 


    Le disposizioni contenute nel Codice dell’Amministrazione Digitale (art. 16, D.L. n. 185/2008 e art. 5, D.L. n. 179/2012) impongono:

     - alle imprese, la comunicazione del proprio indirizzo di posta elettronica certificata al Registro imprese;

     - ai professionisti iscritti in albi ed elenchi, la comunicazione ai rispettivi ordini o collegi.

     

    È prevista l’applicazione di una forte sanzione (da € 206 a € 2.064 per le società, e da € 30 a € 1.548 per le imprese individuali) alle imprese che non abbiano indicato il proprio domicilio digitale.
     

    Per quanto riguarda i professionisti che non comunicano il proprio domicilio digitale all’albo o elenco di appartenenza, è stato introdotto l’obbligo di diffida ad adempiere, entro 30 giorni, da parte dello stesso Collegio o Ordine di appartenenza.

    Inoltre, il Conservatore dell’ufficio del Registro Imprese, ove rilevi un domicilio digitale inattivo, cancella d’ufficio l’indirizzo pec, previa diffida, e procede con l’applicazione della sanzione prevista e all’assegnazione d’ufficio di un nuovo indirizzo operativo.

    Le sanzioni verranno applicate a partire dal 1° ottobre 2020.



    IL NOSTRO SUPPORTO:

    Per maggiori informazioni:

    marketing@ascomtorino.it

    Tel. 011/5516153-121-288-118-112 presso la nostra filiale più vicina a te

    -  POSSIEDI GIA'  UNA PEC ma NON hai inviato l’aggiornamento alla Camera di Commercio?
       I nostri uffici sono in grado di presentare per Te la domanda al costo di € 35,00 + iva

    Per approfondire:

    sportello@ascomtorino.it

    Tel. 011/5516225 o presso la nostra filiale più vicina a te

    NON POSSIEDI UNA PEC?
      Possiamo gestire tutte le pratiche di apertura  e contestualmente presentare la pratica al costo di € 35,00 + iva e aprirti un indirizzo pec al costo annuale di  €17,00 + iva

      Per approfondire:
      
    serviziopec@ascomtorino.it 
      Tel. 011/5516120
      


      GUARDA IL VIDEO DEL NOSTRO RESPONSABILE DEL SERVIZIO