1. Lente
  1. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    colore
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Imprese e consumatori: c'è più fiducia, ma "situazione molto compromessa”

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo

    La pandemia ha accresciuto i divari territoriali, di genere, di età e fra i settori produttivi, ma il digitale è la leva per ridurli. L'utilizzo delle nuove tecnologie limita le differenze tra piccole e medio-grandi aziende, contribuisce a sostenere la governance delle imprese manifatturiere a conduzione familiare, agevola il recupero delle aziende dei servizi, più tartassate dal Covid”. Queste le parole del presidente di Unioncamere, Carlo Sangalli, nel corso dell’Assemblea annuale che si è tenuta in streaming. L’incontro è stato un'occasione per fare il punto sulle nuove sfide che attendono il Paese con il Piano nazionale di ripresa e resilienza e per delineare il contributo che potrà essere fornito dalle Camere di Commercio. Ai lavori sono intervenuti il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga e il viceministro allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto Fratin.

     

    Mattarella: "Serve uno sforzo corale da parte di tutti"

    Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio all’Assemblea. "Le Camere di commercio svolgono un compito rilevante nell'interesse di tante imprese sui territori. Con il Pnrr abbiamo a disposizione delle risorse che ci permetteranno di fare un salto in avanti, si tratta di un'opportunita' che non possiamo disperdere". "C'è bisogno – ha proseguito il Capo dello Stato - di uno sforzo corale di tutti, dalle Istituzioni alle forze economiche e sociali e sono sicuro che le Camere di commercio sapranno essere parte di questa progettualità".

     

    Sangalli: "Camere di Commercio attori fondamentali per lo sviluppo del digitale"

    Nel suo intervento, il presidente Sangalli ha sottolineato che “la digitalizzazione vale fino a 7 punti di Pil, ma abbiamo ancora un ritardo enorme da colmare. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza rappresenta una occasione unica, però occorre coinvolgere attivamente milioni di Pmi, di artigiani e di lavoratori autonomi”. “I Punti Impresa Digitali realizzati dalle Camere di commercio – ha detto Sangalli - hanno introdotto in questi anni oltre 350mila aziende alle tecnologie abilitanti attraverso migliaia di corsi di formazione, di assessment e di supporti operativi. E oggi questa speciale rete è una best practice a livello internazionale riconosciuta da OCSE e Commissione europea”. “Le Camere di Commercio ritengono fondamentale – ha spiegato Sangalli - che vengano forniti assistenza e supporto alle Pmi nei prossimi cruciali anni adottando il modello della statunitense SBA (Small Business Administration). Non serve creare uno strumento ex novo, ma bisogna affidare a livello territoriale questo incarico alle Camere di commercio, il referente più vicino alle micro, piccole e medie imprese sui temi cruciali per lo sviluppo del nostro Paese".

     

    Giorgetti: “Imprenditori specchio dell’Italia migliore”

    Il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha sottolineato l’importanza dell’approvazione del Pnrr, “che nelle ambizioni di tutti noi è destinato a cambiare la faccia del nostro Paese. Il difficile viene adesso, la sfida si misurerà con la nostra capacità di essere rapidi, incisivi, operativi, dare risultati e grazie a una realta' concreta di sostegno al lavoro come quella che hanno svolto le Camere di commercio in questo periodo complicato non è mancato il supporto agli imprenditori”. “Sono loro – ha concluso Giorgetti - lo specchio dell'Italia migliore che accetta la sfida del futuro”.

     

    Fedriga: “Fondamentale la collaborazione tra Regioni e Camere di Commercio”

    "Il Pnrr offre una base concreta per la ripartenza, uno strumento che in ottica della collaborazione strategica tra le Regioni e le Camere sarà mirato a sostenere i bisogni delle imprese, specialmente le più piccole che sono state quelle più colpite dalla crisi pandemica”. Così ha sottolineato nel suo intervento Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni. “Canalizzare le risorse in uno sforzo unico e sinergico – ha detto Fedriga - sarà la via per valorizzare la crescita digitale delle imprese, il turismo e l'orientamento al lavoro sul territorio. Solo uniti potremo dare le migliori risposte possibili" .