1. Lente
  1. testoGRC - Giornale Radio Confcommercio
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    colore
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Bando Piemonte: dal 10 giugno fondo perduto per abbattere i costi di nuovi finanziamenti

  2. sottotitolo

  3. immaginesoldi
  4. testo

    Dal 10 giugno si potrà presentare domanda per ottenere il rimborso.

    Pubblicato il bando regionale rivolto alle micro, piccole e medie imprese piemontesi e ai lavoratori autonomi per rimborsare una parte dei costi sostenuti in queste settimane per ottenere liquidità dalle banche. Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9 di mercoledì 10 giugno 2020. Il contributo regionale a fondo perduto consentirà quindi alle imprese che hanno ottenuto un prestito di far fronte agli oneri connessi al credito.

    Ascom e Ascomfidi sono a tua disposizione per supportarti nella compilazione dei documenti 


    I finanziamenti, a fronte dei quali verrà erogato un importo fino a un massimo di 7.500 euro, devono connotarsi come nuovo credito connesso ad esigenze di liquidità, di importo fino a 150.000 euro e con durate di rimborso fino a 6 anni.


    I prestiti da parte di banche, istituti e intermediari finanziari, devono essere stati stati erogati a partire dal 17 marzo 2020 in poi, dichiarando di aver subito un calo di fatturato nel bimestre marzo/aprile 2020 di almeno il 30% rispetto allo stesso periodo del 2019 (questo elemento è automaticamente presunto per le imprese costituite nel 2019).


    Le imprese interessate ad usufruire del bonus regionale che hanno richiesto e ottenuto da banche, confidi o altri intermediari finanziari finanziamenti per nuova liquidità
     potranno quindi presentare domanda a partire dal 10 giugno.


    La domanda potrà essere presentata via Internet, compilando il modulo telematico presente alla pagina www.sistemapiemonte.it


    Il richiedente dovrà procedere all’upload e contestuale invio della domanda, previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante o del soggetto delegato, unitamente a tutta la documentazione obbligatoria.


    Le domande sono soggette ad imposta di bollo di 16 euro.

    Documentazione da allegare obbligatoriamente alla domanda:

    a) DICHIARAZIONE ATTESTANTE LA PERCENTUALE DI RIDUZIONE DI FATTURATO NEL BIMESTRE MARZO/APRILE 2020 RISPETTO ALLO STESSO BIMESTRE DEL 2019 - solo per le a vità avviate prima del 1° gennaio 2019, da redigere secondo lo schema disponibile sul sito www.finpiemonte.it;

    b) ALLEGATO TECNICO con caratteristiche dell’operazione finanziaria connessa ad esigenza di liquidità, da redigere secondo lo schema disponibile sul sito www.finpiemonte.it;

    c) DOCUMENTAZIONE FORMALE RILASCIATA DALL’INTERMEDIARIO FINANZIATORE attestante la concessione dell’operazione finanziaria connessa ad esigenze di liquidità.

    Altri documenti da allegare alla domanda:

    d) COPIA DELLA MARCA DA BOLLO ANNULLATA, dalla quale si evinca il numero identificativo (seriale);

    e) “DICHIARAZIONE DE MINIMIS”, da redigere secondo lo schema disponibile sul sito www.finpiemonte.it nella sezione “modulistica generale”.

    F) COPIA DELLA DELEGA, che conferisce il potere di firma, qualora il modulo di domanda sia firmato da un soggetto delegato.

    Anticipiamo i socumenti necessari per presentare la domanda