1. Lente
  1. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Torino: sgravi per i commercianti di via Nizza interessati al cantiere metro per Tari, Cosap e Cimp.

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoTari, Cosap e Cimp dimezzate allo scopo di compensare economicamente, almeno in parte, i disagi provocati dal cantiere della linea Uno di metropolitana. Un’agevolazione concessa a negozianti e artigiani che, secondo le stime della divisione comunale Tributi, vale complessivamente la cifra di 850mila euro.
    Questo pomeriggio il disco verde della Giunta alla delibera proposta dall’assessore al Bilancio e ai Tributi, Gianguido Passoni.


    Nello specifico, vengono concessi “sconti” nella misura del 50 per cento, sulla tassa raccolta rifiuti e sui canoni relativi alla pubblicità e all’occupazione del suolo pubblico, alle attività commerciali e artigianali presenti nel tratto di via Nizza compreso tra via Valenza e corso Maroncelli. Confermate le agevolazioni del 100 per cento, già definite nel corso dell’anno, per i tratti di via Nizza prospicienti il cantiere della metro.


    “Ampliando l’area della agevolazioni su Tari, Cimp e Cosap - sottolinea il responsabile delle politiche finanziarie e tributarie di Palazzo Civico – abbiamo accolto una richiesta della Circoscrizione 9 per quegli esercizi presenti in un tratto di via Nizza che, pur non essendo esattamente a ridosso del cantiere della metropolitana, pagano comunque in termini economici i disagi legati alle modifiche viarie della zona.


    Più in generale – evidenzia Passoni - attraverso le misure di riduzione di canoni e tasse, introdotte da tempo in varie zone della città proprio per limitare gli effetti negativi causati dai cantieri di grandi opere pubbliche, l’Amministrazione comunale, anche in considerazione del momento di forte e diffusa crisi in ogni settore produttivo, si pone anche l'obiettivo di contribuire alla salvaguardia di quel prezioso tessuto economico locale costituito dal sistema di imprese artigianali e di attività di commercio fisso e ambulante”.