1. Lente
  1. testo... scopri come risparmiare Energia in Ascom!
    altezza1
    coloreEE5F39
    icona330
  2. testoIl Mercato della Pubblica Aministrazione
    altezza1
    coloreE83F76
    icona20
  3. testoTi serve credito? Hai provato a chiedere a noi?
    altezza1
    colore80579E
    icona230
  1. testoScopri tutti i vantaggi di essere Socio
    altezza1
    colore53C7A0
    icona530
  2. altezza1
    coloreFEBD42
    icona300

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Contributo della Regione Piemonte per cambio veicoli commerciali ad alto impatto ambientale

  2. sottotitolo

  3. immagineTrasporti
  4. testo

    A partire da lunedì 17 dicembre 2018 le micro, piccole e medie imprese piemontesi possono presentare domanda di contributo per la sostituzione di veicoli ad uso commerciale N1 e N2 (ossia quelli con massa inferiore a 3,5 tonnellate e quelli tra 3,5 e 12 tonnellate).

    Il contributo potrà essere assegnato a seguito della rottamazione di un veicolo della stessa tipologia e ad alto impatto ambientale ovvero a seguito di conversione del veicolo all’utilizzo di combustibili diversi dal gasolio.

    Più in particolare sono ammissibili investimenti per l’acquisto di veicoli commerciali N1 o N2, utilizzati per il trasporto in conto proprio, elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In3), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/gpl), previa rottamazione di un veicolo commerciale N1 o N2 per il trasporto in conto proprio benzina fino ad euro 1/I incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a euro 1/I incluso e diesel fino ad euro 4/IV incluso.

     

    Sono inoltre ammesse le spese di conversione di veicoli commerciali per trasporti specifici e a uso speciale4 N1 e N2 in veicoli dotati di sistemi di trazione che utilizzano esclusivamente combustibili diversi dal gasolio quali: elettrico, metano, GNL, GPL, bifuel benzina (benzina/metano e benzina/GPL).

     

    Ciascuna impresa può presentare fino a due domande di contributo a valere sul Bando, a fronte di due veicoli commerciali rottamati o convertiti.

    Gli uffici di Ascom Confcommercio Torino sono a disposizione per informazioni ed assistenza nella predisposizione della domanda.

     

    Tipologia ed entità dell’agevolazione

     

    1 - < 1.5 t

    1.5 – 2.5 t

    > 2.5 - < 4 t

    4 – 7 t

    > 7 - < 12 t

    ELETTRICO PURO

    € 6.000

    € 7.000

    € 8.000

    € 9.000

    € 10.000

    IBRIDO (Full Hybrid

    o Hybrid Plug In)

    METANO (MONO E

    BIFUEL)

    GPL (MONO E

    BIFUEL)

    € 4.000

     

    € 5.000

    € 6.000

    € 7.000

    € 8.000

    CONVERSIONE

    VEICOLI IN

    VEICOLI BIFUEL

    (BENZINA/METANO

    O BENZINA/GPL

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    CONVERSIONE

    VEICOLI IN

    VEICOLI METANO

    ESCLUSIVO, GPL

    ESCLUSIVO, GNL ESCLUSIVO,

    ELETTRICO)

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

     

    Questa misura di agevolazione risponde ad una delle richieste che, fin dal giugno 2017 (approvazione dell’Accordo di Programma del Bacino Padano per il miglioramento della qualità dell’aria), Confcommercio ha rivolto al Ministero dell’Ambiente ed alla Regione Piemonte, per evitare le politiche ambientali danneggino gravemente le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti, soprattutto se operanti in ambiti urbani oggetto di restrizioni alla circolazione veicolare.

    A partire da lunedì 17 dicembre 2018 le micro, piccole e medie imprese piemontesi possono presentare domanda di contributo per la sostituzione di veicoli ad uso commerciale N1 e N2 (ossia quelli con massa inferiore a 3,5 tonnellate e quelli tra 3,5 e 12 tonnellate).

    Il contributo potrà essere assegnato a seguito della rottamazione di un veicolo della stessa tipologia e ad alto impatto ambientale ovvero a seguito di conversione del veicolo all’utilizzo di combustibili diversi dal gasolio.

    Più in particolare sono ammissibili investimenti per l’acquisto di veicoli commerciali N1 o N2, utilizzati per il trasporto in conto proprio, elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In3), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/gpl), previa rottamazione di un veicolo commerciale N1 o N2 per il trasporto in conto proprio benzina fino ad euro 1/I incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a euro 1/I incluso e diesel fino ad euro 4/IV incluso.

     

    Sono inoltre ammesse le spese di conversione di veicoli commerciali per trasporti specifici e a uso speciale4 N1 e N2 in veicoli dotati di sistemi di trazione che utilizzano esclusivamente combustibili diversi dal gasolio quali: elettrico, metano, GNL, GPL, bifuel benzina (benzina/metano e benzina/GPL).

     

    Ciascuna impresa può presentare fino a due domande di contributo a valere sul Bando, a fronte di due veicoli commerciali rottamati o convertiti.

    Gli uffici di Ascom Confcommercio Torino sono a disposizione per informazioni ed assistenza nella predisposizione della domanda.

     

    Tipologia ed entità dell’agevolazione

     

    1 - < 1.5 t

    1.5 – 2.5 t

    > 2.5 - < 4 t

    4 – 7 t

    > 7 - < 12 t

    ELETTRICO PURO

    € 6.000

    € 7.000

    € 8.000

    € 9.000

    € 10.000

    IBRIDO (Full Hybrid

    o Hybrid Plug In)

    METANO (MONO E

    BIFUEL)

    GPL (MONO E

    BIFUEL)

    € 4.000

     

    € 5.000

    € 6.000

    € 7.000

    € 8.000

    CONVERSIONE

    VEICOLI IN

    VEICOLI BIFUEL

    (BENZINA/METANO

    O BENZINA/GPL

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    € 1.000

    CONVERSIONE

    VEICOLI IN

    VEICOLI METANO

    ESCLUSIVO, GPL

    ESCLUSIVO, GNL ESCLUSIVO,

    ELETTRICO)

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

    € 3.000

     

    Questa misura di agevolazione risponde ad una delle richieste che, fin dal giugno 2017 (approvazione dell’Accordo di Programma del Bacino Padano per il miglioramento della qualità dell’aria), Confcommercio ha rivolto al Ministero dell’Ambiente ed alla Regione Piemonte, per evitare le politiche ambientali danneggino gravemente le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti, soprattutto se operanti in ambiti urbani oggetto di restrizioni alla circolazione veicolare.