1. Lente
  1. testoGRC - Giornale Radio Confcommercio
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Salone Massena al completo per l'evento “CORRISPETTIVI TELEMATICI & FATTURAZIONE ELETTRONICA"

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testoSi avvicina rapidamente l’addio definitivo al vecchio scontrino e alla vecchia ricevuta fiscale. I primi a doversene “distaccare” sono stati i commercianti e gli esercenti con un volume di affari, nel 2018, superiore a 400mila euro mentre dal 1° gennaio 2020 la normativa toccherà a tutti gli altri. I corrispettivi ricevuti non saranno più documentati con il rilascio di scontrini e ricevute ma verranno memorizzati elettronicamente e trasmessi per via telematica all’Agenzia delle entrate (scontrino elettronico). Il nuovo adempimento sostituisce l’obbligo di annotazione dei corrispettivi nell’apposito registro e quello di rilascio della ricevuta o dello scontrino fiscale.

    Martedì 15 ottobre un centinaio di aziende hanno partecipato al convegno nel corso del quale sono state illustrate le principali norme di questo importante passaggio fiscale. Dal 1° gennaio 2020 infatti l’invio dei corrispettivi elettronici diventerà un obbligo per tutte le aziende indipendentemente dal fatturato. L’incontro ha chiarito il quadro normativo di riferimento, gli adempimenti richiesti e le soluzioni più pratiche per la trasmissione telematica all’Agenzie delle Entrate. Il convegno è stato anche l’occasione per un confronto con le aziende sul tema della Fatturazione Elettronica a nove mesi dalla sua partenza.

    Al convegno hanno partecipato le due aziende partner di Ascom Confcommercio Torino e provincia OCR System e Scloby che hanno illustrato le opportunità offerte dai loro prodotti.