1. Lente
    inside.list.records.vw_ascom_box_menu.empty
    inside.list.records.vw_ascom_box_menu.empty

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Anche quest'anno Torino partecipa alla "Giornata europea del Gelato Artigianale" giunta alla seconda edizione.

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo

    EUROPA UNITA…IN NOME DEL GELATO ARTIGIANALE

    CON “STRACCIATELLA D’EUROPA”

     

    …E ANCHE QUEST’ANNO TORINO PARTECIPA ALLA “ GIORNATA EUROPEA DEL GELATO ARTIGIANALE”, GIUNTA ALLA SECONDA EDIZIONE

    In Torino e Provincia, il settore conta circa 2500 addetti, impegnati in oltre 700 gelaterie, un centinaio in più rispetto all’anno scorso

     

    A oggi sono 22 (18 a Torino e 4  in Provincia), le Gelaterie che lunedì 24 marzo, sotto l’egida del “Gruppo Gelatieri” dell’Epat subalpina e in collaborazione con la Centrale del Latte di Torino, parteciperanno alla “Seconda Giornata Europea del Gelato Artigianale”,  presentata in una conferenza stampa tenutasi nella sede dell’Ascom torinese, alla presenza della presidente Maria Luisa Coppa, del coordinatore provinciale dei “Gelatieri”, Flavio Zanetti e dei due presidenti onorari, Alfio Tarateta e Silvano Moschini.

     

    Istituita ufficialmente il 5 luglio 2012 dal Parlamento di Strasburgo (con la sottoscrizione di ben 387 parlamentari) e presentata ogni anno a gennaio al Sigep di Rimini, l’iniziativa è ufficialmente organizzata da “Artglace”, la Confederazione delle Associazioni dei Gelatieri europei, e vuole essere una grande occasione per promuovere uno dei prodotti gastronomici più amati non solo in Europa ma nel mondo intero: il gelato artigianale, unico alimento cui il Parlamento Europeo abbia finora deciso di dedicare una specifica “Giornata” riconosciuta e celebrata in gran parte del Vecchio Continente, ma non solo. 

     

    I Paesi partecipanti:

     

    In tutto sono 12 i Paesi coinvolti: oltre all’Italia (che vede rappresentate tutte le Regioni e i maggiori centri e comuni delle provincie italiane), scendono in campo Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Polonia e Svezia.

    Fuori Europa: Canada.

     

    L’iniziativa: “Stracciatella d’Europa”

     

    Lunedì 24 marzo, e nella stessa data ogni anno, un unico logo a più lingue (diverse a seconda del Paese rappresentato) andrà a segnalare le Gelaterie partecipanti, impegnate – tutte – a creare per quel giorno un gusto unico e speciale, prodotto con la medesima ricetta, per celebrare l’evento.

    Si tratterà per quest’anno di un:

     

    Gelato di fior di latte, cioccolato e succo d’arancia che si chiamerà

    “Stracciatella d’Europa”

     

    Scelta in ricordo del grande Gelatiere artigianale Enrico Panattoni (scomparso a Bergamo nell’ottobre 2013) cui è attribuita la paternità del gusto, avrà un prezzo uguale in tutta Europa, dove la deliziosa  “Stracciatella” si potrà acquistare al costo di 1 Euro a coppetta.

     

    “Come ‘Gruppo Gelatieri’ dell’Epat torinese – spiega il responsabile provinciale, Flavio Zanetti abbiamo aderito con entusiasmo anche quest’anno alla  ‘Giornata Europea del Gelato Artigianale’, condividendone appieno l’obiettivo, nostro da sempre: quello di mettere in chiara evidenza il valore inconfutabile di un prodotto che rappresenta una vera e propria eccellenza nell’ambito della gastronomia di qualità, particolarmente attenta ai problemi della sicurezza e tesa a valorizzare le ricchezze agro-alimentari dei vari Paesi. Politica, questa, su cui anche la nostra Provincia e la nostra Regione, insieme alle Associazioni di categoria, stanno da tempo lavorando con particolare impegno, in una lungimirante ottica di promozione del territorio che proprio sull’apporto dell’enogastronomia può oggi giocare carte di indubbio e  rilevante  successo rispetto alla ripresa economica in generale e allo sviluppo di settori più specifici e di rilevante peso, come quello del turismo.

     

    “Del resto – aggiunge Alfio Tarateta, presidente onorario dei ‘Gelatieri’ Epat – non dimentichiamo che la filiera della ‘gelateria artigianale’ ha sempre dato prova di grande unità e di particolare forza, anche in momenti di grave crisi economica. Basti pensare che in Italia contribuisce al diretto impiego di circa 180mila addetti (il 40% donne) impegnati in circa 36mila gelaterie, mentre in Torino e provincia i lavoratori impegnati nel settore sono circa 2500 distribuiti in oltre 700 gelaterie, un centinaio in più rispetto all’anno scorso.

    “Per tutti, per i giovani e per gli operatori già in attività, sempre più importante – conclude Taratetaè il discorso dell’aggiornamento e della ‘formazione continua’, su cui attraverso ‘Maison Massena’, il suo Centro di eccellenza messo a disposizione di tutto il comparto enogastronomico, l’Ascom torinese sta operando in modo egregio anche nell’ambito della Gelateria”.

     

     

    Queste le Gelaterie di Torino e Provincia aderenti alla “Seconda Giornata Europea del Gelato Artigianale”:

     

    Torino

     

    Gelateria “Silvano Gelato d’altri tempi”,  via Nizza 142,Torino; Cremeria  “Torre”, corso Regio Parco 28, Torino; “Più’ di un Gelato”, via San Tommaso 6, Torino - via Cesare Battisti 32 c/o Galleria Subalpina, Torino; “La Tosca Gelato d’autore”,  via Cibrario 50/D, Torino; “Il Pinguino”,  piazza Nazario Sauro 16, Torino; “Rivareno Gelato”, corso De Gasperi 8, Torino - via Lagrange 29, Torino - piazza Vittorio Veneto 7, Torino; “Gelateria Ottimo”, corso Stati Uniti 6, Torino – via San Francesco d’Assisi 3, Torino; “Il Gelato di Bruno”, via Paisiello 7, Torino; “Mara dei Boschi”, via Berthollet 30/h, Torino; “Gelateria Mondello”, piazza Emanuele Filiberto 8/E, Torino; “Gelato Dok Dell’Agnese”, corso Unione Sovietica 417, Torino; “Gelateria Livorno 40”, via Livorno 40/M, Torino; “Gelateria Punto 92”, via Nizza 92, Torino - corso Cincinnato 164/A, Torino

     

    In Provincia

     

    “La Petite d’Or”, via Mensa 37/D, Venaria; “Caffè Crem”, corso Matteotti 34, Carmagnola; “Le Follie”, via Capoluongo 21, Ferriera di Buttigliera Alta; “Gelateria Flipet”, via Torino 21, Trofarello.