1. Lente
  1. testoGRC - Giornale Radio Confcommercio
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  1. testo
    altezza1
    colore
    icona999
  2. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999
  3. testo
    altezza1
    coloref0f0ed
    icona999

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Contributo a fondo perduto per i negozi del centro storico di Torino: domande dal 18 novembre

  2. sottotitolo

  3. immaginetorino di giorno
  4. testo
    Dal 18 novembre al 14 gennaio 2021 sarà possibile richiedere il contributo a fondo perduto per gli esercenti dei centri storici dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana colpiti dal calo dei turisti stranieri causato dell’emergenza sanitaria da “Covid 19”.
    I centri coinvolti sono: Torino, Venezia, Verbania, Firenze, Rimini, Siena, Pisa, Roma, Como, Verona, Milano, Urbino, Bologna La Spezia, Ravenna, Bolzano, Bergamo, Lucca, Matera, Padova, Agrigento, Siracusa, Ragusa, Napoli, Cagliari, Catania, Genova, Palermo e Bari.

    Come noto, il decreto c.d.“Agosto” all'art. 59 prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto ai soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nelle zone A o equipollenti dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana, che abbiano registrato presenze turistiche di cittadini residenti in paesi esteri.


    Chi può richiedere il contributo 

    Il contributo spetta alle imprese che abbiano:

    • - domicilio fiscale o sede operativa nel centro storico (Zona Omogenea A). Onde evitare errori o sanzioni la nostra Associazione ha già richiesto al Comune di Torino, Settori Commercio e Urbanistica, di esplicitare al più presto il perimetro dell'area centrale ammessa al beneficio rendere nota la determinazione ufficiale della Zona Omogenea A della Città mediante delibera. 
    • - l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020, realizzati nella predetta zona A, inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2019. Per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1°luglio 2019 il contributo spetta a prescindere.


    A quanto ammonta il fondo perduto

    L’ammontare del contributo si ottiene applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di giugno 2019: 

    15% se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 non superano la soglia di 400mila euro
    10% se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 sono compresi tra 400mila e 1 milione di euro
    5% se superano la soglia di 1 milione di euro.

    Viene garantito comunque un contributo minimo di 1000 euro per le persone fisiche e duemila euro per le società. In ogni caso, l’ammontare del contributo non può essere superiore a 150.000 euro.


    Come e quando richiedere il contributo

    Per la richiesta del contributo, i soggetti a cui spetta sono tenuti ad inviare una istanza, esclusivamente in via telematica, all’Agenzia delle Entrate mediante la modulistica resa disponibile il 12 novembre. 

    Dal 18 novembre fino al 14 gennaio 2021 nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate. L’invio, spiega la nota dell’Agenzia, può essere effettuato anche dagli intermediari delegati alla consultazione del Cassetto fiscale o al servizio di consultazione delle fatture elettroniche. Una prima ricevuta attesterà la presa in carico della richiesta o lo scarto a seguito dei controlli formali. In seguito, subito dopo aver verificato l’esattezza e la coerenza dei dati comunicati con le informazioni presenti in Anagrafe Tributaria, con una seconda ricevuta l’Agenzia attesterà l’accoglimento o meno dell’istanza. 

    Il pagamento avverrà su accredito diretto nel conto corrente del beneficiario riportato nell’istanza.



    Tutte le imprese con sede nel Centro storico di Torino possono scrivere o chiamare


    per Assistenza ai Clienti nella richiesta del contributo  011 5516 208 contabilita@unaservizi.it

    per Informazioni Settore Alimentare e Pubblici esercizi 011 5516153 121 info@epat.it

    per Informazioni Settore Commercio 011 5516118 288 marketing@ascomtorino.it