1. Lente
    inside.list.records.vw_ascom_box_menu.empty
    inside.list.records.vw_ascom_box_menu.empty

Dettaglio News

Principali
  1. titolo

    Comunicato stampa – Federmobili prende le distanze

  2. sottotitolo

  3. immagine
  4. testo

    Il 2 dicembre scorso un’impresa associata ci ha trasmesso una comunicazione per segnalare  il seguente fatto:

    “Arriva il periodo Black Friday / Cyber Monday e ci si scontra con le situazioni più disparate da parte di clienti che sbandierano quotazioni improponibili pretendendoli dai negozi tradizionali. Entro nel merito della situazione che mi è occorsa oggi perché è da far condannare….. Una cliente pretende lo sconto applicato sul sito Livinx.it su una lampada Flos. In questi casi guardo le condizioni e i dettagli pubblicati sul sito per far capire la differenza dei servizi. Soprattutto cerco di capire con chi abbiamo a che fare e la cosa più facile è cercare un nome: cerco quindi il responsabile al trattamento dei dati.

    Risulta il nome di “Vincenzo Sgaramella” che compare appunto come responsabile della privacy del sito Livinx.it e facendo una nuova ricerca mi cadono le braccia perché risulta anche legato a Regina Home, sito pugliese con il quale ci siamo scontrati per altri prezzi su prodotti Sovet, tra l’altro fuori produzione da tempo e però venduti come disponibili. Basta fare poche ricerche per arrivare a capire di quale tipo di gestore di siti si tratta:

    www.altroconsumo.it
    denunceinrete.forumfree.it
    www.lentepubblica.it

    Certo è facile fare supersconti se poi non si consegna la merce. Questo comportamento arreca danni ai clienti e li educa a prezzi con supersconti e fa danno anche a noi rivenditori… “

    La segnalazione del nostro Associato – anche Consigliere Federmobili e Presidente di Federmobili Torino – e gli approfondimenti condotti ci hanno confermato che il caso livinx.it ha degli elementi in comune con altri due casi: il soggetto indicato come responsabile della protezione dati del sito www.livinx.it già figurava tra i titolari del sito www.reginahome.it, oggetto di un reclamo per mancata consegna merce e rimborso segnalato ad Altroconsumo e come responsabile della protezione dati del sito www.adbinterior.it e .com, oggetto di provvedimento da parte dell’Antitrust per gli stessi motivi, oltre che di class action promossa da Codici.

    Il rischio che anche il sito livinx.it possa essere utilizzato per analoghe pratiche commerciali scorrette si evince dalle stesse denunce presenti in rete

    Nell’esprimere solidarietà ai consumatori e agli associati danneggiati, Federmobili denuncia tutte le pratiche che come queste  ledono l’immagine della Categoria, in quanto possono trarre in inganno il consumatore e addirittura tradursi in inadempimenti contrattuali violanti diritti soggettivi.

    Gli operatori – siano essi siti di vendita on line, catene, singoli punti vendita, consorzi o pseudo catene produttrici – che promettono risparmi illusori o incentivi agli acquisti, che non consegnano la merce e non provvedono al rimborso di quanto anticipato dal cliente, nulla hanno a che vedere con la politica che Federmobili da anni promuove.

    Da sempre la nostra Federazione si batte affinché “trasparenza”, “chiarezza” e rispetto delle “regole” diventino le condizioni essenziali per operare seriamente in un mercato non abbastanza difeso da comportamenti scorretti. E’ nostro impegno primario fare in modo che etica e comportamenti leali siano le caratteristiche principali che contraddistinguono la “distribuzione indipendente tradizionale” del settore arredo e, nel caso specifico, provvederemo anche a fare apposita segnalazione all’Antitrust.

    Vogliamo, quindi, prendere le distanze da tutti quegli operatori che con pubblicità ingannevoli e fuorvianti, o con comportamenti commerciali scorretti, ledono l’immagine di un intero settore. Soprattutto nei momenti di difficoltà che da tempo caratterizzano il mercato, le garanzie e la professionalità che la distribuzione tradizionale può offrire sono un valore che va ben oltre il “risparmio” promesso con slogan accattivanti o facili affari.

    Federmobili non ci sta e continuerà a battersi affinché gli imprenditori, che hanno fatto la storia di un intero settore, possano operare in un mercato di “corretta” libera concorrenza.

    È a questi imprenditori che ci rivolgiamo con le nostre politiche associative e sono questi gli imprenditori che ci impegniamo a difendere offrendo loro strumenti concreti, quali la possibilità di presentarsi al cliente con la certificazione “negozio garantito” da Federmobili e “negozio aderente al Network dell’Abitare di Qualità”, progetti che premiano i comportamenti virtuosi non solo dei nostri associati, ma anche di quelli delle altre associazioni coinvolte: Assimpredil Ance, Fimaa MiLoMB e Assostaging.

    Milano, 19 dicembre 2019

    Il presidente
    Mauro Mamoli